Mi dispiace, non dimentico

Mi dispiace, non dimentico. Si lo so eri ubriaco quando mi hai chiamato ma mi dispiace non dimentico. Vorrei dimenticare ma mi dispiace non ci riesco. Si lo so mi hai chiesto scusa ma tu chiedi sempre scusa e poi è uguale, poi cerchi di demolirmi di nuovo, ci provi da un mare di tempo ormai. Mi dispiace, non dimentico. … Continua a leggere

Essere ed apparire

Ho sempre sognato di essere un fiume. Mai ferma. In nessun luogo. Mai costretta in una forma. Odio le forme. Odio essere catalogata. Odio dover spiegare. Passo giornate intere a spiegarmi. Passo intere giornata a fingere. Fingo di divertirmi ai party ed alle cene di rappresentanza. Fingo di provare interesse per le stupide rivelazioni stile gossip che mi vengono fatte. … Continua a leggere

Il Fanta Presidente: SALVATE UN UOMO CHE SOFFRE!

"Se penso a qualcuno dell'altra parte seduto al tavolo nei miei panni con Putin, Bush e Blair francamente mi sento male. Ne parlo in maniera spassionata perché se c'è qualcuno che fa un grande sacrificio a ripresentarsi come candidato sono io. È un enorme sacrificio" A sacrificarsi per tutti noi, manco a dirlo, è il Fanta Presidente, sua Maestà Silvio … Continua a leggere

divagando……….

Mi capita alle volte di fermarmi. Sono soste brevi. Ma mi capita di fermarmi. Mi fermo e mi guardo indietro, mi piace vedere quanta strada ho fatto. Ho lasciato cadaveri dietro di me? Certo che li ho lasciati, tutti li lasciano. Ho lasciato polvere? Controllo. Ho lasciato sogni bruscamente interrotti? Cosa c'è dietro di me? E davanti? Alle volte mi … Continua a leggere

piove

La città si è svegliata con un abito scuro. Cielo griggio, pioggia continua, costante. Sembra autunno pieno. Odio l'autunno. Odio la pioggia. Di ritorno da un lunghissimo week end on the road a visitare posti che voi umani non potete nemmeno immaginare, questa pioggia mi rende nervosa. Isterica. Sarà anche che d'improvviso casa mia si è svuotata. Ho lasciato Alice … Continua a leggere

povero Silvio

"Tacere agli americani i nostri tentativi fu una condizione irrinunciabile per garantire l'incolumità degli ostaggi e nostra, che trovò d'accordo anche il sottosegretario Gianni Letta. A Baghdad, quando si trattò di riportare in Italia le due Simone, Nicola Calipari, si raccomandò di non parlarne neppure al generale Mario Marioli, italiano, vicecomandante delle forze alleate in Iraq». E poi ancora: «Nel … Continua a leggere

Una città in strano movimento

Questa città non è mai stata così culturalmente viva come in questa strana estate. E' davvero strano. Strano perchè il calendario di eventi messo a punto dal nostro carissimo sindaco, forzaitalioto e migliore amico del vicerè ministro per il mezzogiorno, è il calendario più di sinistra che la nostra città abbia mai avuto. Così se una settimana fa i Modena … Continua a leggere

femminismo al bar

Un bar del centro storico, io, Alice ed il mio ingegnere siamo comodamente seduti a sorseggiare chi il suo Martini, chi il proprio Negroni quando al tavolo accanto arrivano tre maschietti che si sentono molto uomini ed una ragazzetta tutta palestra e "cioè". Iniziano a parlare. Non ascoltarli è impossibile. Troppo vicini. E poi io e la Ali ascoltiamo sempre … Continua a leggere

Questa città è bellissima

Quanti volti ha una città. Come può cambiare? Come può cambiare il mio modo di vederla, di percepirla a secondo dei miei stati d'animo, a secondo di chi mi sta accanto? Ieri notte, questa città mi sembrava bellissima. Mi sembrava bellissimo il mare. Mosso da una brezza leggera. Mi sembrava bellissimo il porticciolo e la gente che camminava a piedi. … Continua a leggere

stamattina

Scivolo veloce giù dal letto, cercando di fare meno rumore possibile. Tu sei lì disteso accanto a me. Stai dormendo. Cerco di non svegliarti mentre provo ad indovinare al buio capi e colori che sto distrattamente prendendo dal mio armadio. Non mi sarei mai voluta alzare dal mio letto. Ti guardo distrattamente. Avrei voglia di tornare lì e dormire abbracciata … Continua a leggere