Di arroganza ed altre storie: addio miei cari

Avevo quattro anni la prima volta che mi sono lanciata in una grande protesta per veder valere i miei diritti. Il diritto da me con forza reclamato era quello di poter vedere “I puffi” alle ore 20 alla sera. Cosa che non potevo fare perchè mia madre a quell’ora voleva io fossi gidd6b82615adb9e0c9fba8fc741dd5b36.jpgà a letto. Da allora di proteste ne ho organizzate tantissime. Tutte per far valere ideali o principi a cui non so rinunciare. Colpa, probabilmente, anche dell’educazione che la mia genitrice alla sottoscritta ha impartito. Lei mi ha insegnato che non esistono battaglie piccole o grandi. Esiste il riconoscimento di valori e di principi a cui se credi veramente non devi mai rinunciare. Ed io così mi sono sempre comportata nella vita. Non ho mai dico mai preteso che nessuno condividesse le mie scelte ma non mi sono mai tirata indietro quando vedevo calpestato qualcosa in cui credevo. Così so che molti non avranno capito la mia scelta di lanciarmi in una battaglia via web. Molti la considereranno stupida. Inutile. Io non do una scala di valore ai principi. Le questioni di principio sia in grande che in piccolo valgono sempre. Se non cambi il tuo reale è impossibile cambiare il mondo. Mia madre così mi ha sempre insegnato.

 

Su Virgilio sono giunta più di tre anni orsono. Ho cercato di non cacciarmi nelle tante liti virtuali a cui ho assistito. Ho sopportato malfunzionamenti, post che scomparivano, impossibilità di lasciare commenti e tante altre cose. Una cosa sola non ho mai sopportato nella vita: l’arroganza. Arroganza che con mano ho potuto notare in questi giorni da parte dello staff che lavora a Virgilio/Alice. L’arroganza dimostrata quando decidono di iscriverti ad una competizione senza nemmeno chiederti il permesso. L’arroganza dimostrata quando non rispondono alle mail. L’arroganza dimostrata quando non pubblicano i commenti in cui dici di non essere d’accordo con loro. L’arroganza dimostrata quando tolgono dai post più commentati quelli che a loro non vanno a genio. L’arroganza dimostrata nelle risposte che danno agli altri bloggers. L’arroganza dimostrata quando si permettono di cancellare un post (quello sullo sciopero da me indetto) solo perchè a loro non fa comodo.

 

La redazione dice che esiste un regolamento, bene me lo mostri  questo regolamento che prevede che tutti i blog sono iscritti d’ufficio ad una gara. Bene, me lo mostri  questo regolamento che prevede che non puoi dire non sono d’accordo. Immagino sia un disguido tecnico se nel mio pannello di controllo io non trovo più il post “il blog ripudia la coccarda” e non posso più aggiornarlo.  Così come è un caso che tutti i post che vi danno contro benchè abbiano molti più commenti di altri post non stiano in hp. Ed è sempre un caso se nel blog della redazione si pubblicano solo commenti di autoincensamento. E’ quest’arroganza che mi fa schifo. Lo considero atteggiamento di prevaricazione. Bullismo virtuale nè più, nè meno. Ed è pure un bullismo spicciolo. Perchè Virgilio è solo un vilaggetto. Fuori di qui ci sono piattaforme che sono metropoli. Voi fate pure i bulletti del quartiere. Scrivete finti blog e piazzateli in hp. Anzi, già che ci siete scrivetevi e poi fatevi pure i complimenti da soli. Bullismo e gallismo da paesino.

 

Così io adesso tolgo il disturbo (sento già il sospirone di sollievo dello staff). Me ne vado via.

 

Chi vuole potrà seguirni su cleopa.splinder.com.

 

Ringrazio tutti quelli che quel post hanno commentato. Grazie per la solidarietà. Grazie per l’appoggio. Grazie per le risate. Grazie soprattutto a diamanta, la migliore amica virtuale che una blogger possa avere. Grazie ad Ivan, che ha messo il banner relativo allo sciopero ovviamente anche lui cassato per punizione dai blog più caldi. Grazie a tutti voi. E come diceva un vecchio blogger di Virgilio che se ne è andato già da molto tempo: per quest’estate fatevi un regalo, cambiate piattaforma.

 

Sinceramente vostra Cleopa

 

Dando retta a chi descrive lo staff di Virgilio/Alice come staff collaborativo io allo staff ho riscritto nuovamente. E non è la prima mail che mando. Fra mail e commenti al loro blog hanno fatto il pieno. Peccato che fino ad oggi, io non abbia mai ricevuto un solo cenno collaborativo da loro. Cosa strana capitata: a me loro non rispondono, al contrario a chi scrive su di me rispondo. Vi confido un segreto amici della redazione SO LEGGERE quindi se mi scrivete riesco a decifrare il messaggio. La lettera, ultima inviata, la trovate ovviamente su splinder.

IL MIO NUOVO BLOG E’ ATTIVO DI LA’

                                                                            cleopa.splinder.com

Di arroganza ed altre storie: addio miei cariultima modifica: 2007-06-28T13:15:00+00:00da cleopa.78
Reposta per primo quest’articolo

58 pensieri su “Di arroganza ed altre storie: addio miei cari

  1. “La redazione di virgy ha cancellato senza autorizzazione il mio post di dichiarazione di sciopero. Sono dei bulletti. Arroganti. Presuntuosi”. la redazione di Virgy si è fottuta due miei blog, in due anni e mezzo. saranno pure bulletti, arroganti e presuntuosi. ma hanno le idee chiare su pur star loro sulle palle. rido.

  2. bah, io riottenni in meno di 48 ore il mio account di posta elettronica, immotivatamente chiuso (anzi, chiuso perché sul mio account si GENERAVA TROPPO TRAFFICO, ecco il pèerché del titolo del mio blog !) solo dopo aver tempestato abuse@tin.it di mail ed aver inviato un fax all’assistenza in cui intimavo un’azione di risarcimento, per quelle che, come dici tu, sono questioni di principio. ma poi, cleo, scusa eh, ti cancellano il post ? e la figura la fa la redazione, mica tu.

  3. ma guarda che pero’ la modifica di certi meccanismi in software abbastanza complicati come quelli che regolano i portali web, semplicemente puo’ costare una discreta fatica nonche’ diverse decine di giorni di lavoro… semplicemente puo’ darsi che rimuovere il meccanismo automatico “conteggio degli accessi / coccarde / etc.” sia praticamente impossibile con uno sforzo ragionevole, perche’ il portale cosi’ e’ fatto… 🙂

  4. amazza oh .. sto provando a commentare e non mi riesce
    RIPROVO ! dicevo ….
    sono senza parola davanti a questo
    eppure personalmente di blog me ne hanno chiuso 3, e di email dove gentilmente mi chiedevano di togliere le tende più di una.
    E nonostante cio’ rimango senza parole.
    Mi dispiace mia cara .. davvero.
    Per qualsiasi aiuto hai bisogno su splinder, io ci sono 😉
    ti abbraccio @ngel

  5. Sono completamente in disaccordo con te.
    E’ soltanto un blog quindi niente di irrimediabile, ma è proprio su questi confini indefinibili che le lobby giocano e organizzano e guadagnano. Sono il genere nuovo delle postille scritte in miniature nei contratti, quelle “piccole cose senza importanza” sulle quali altri costruiscono la loro fortuna. E tu piccola ed insignificante come sei non puoi fare nulla se non accettare supinamente senza combattere abbastanza, senza diventare il kamikaze di te stessa, senza continuare ad avere la stima che di te avevi prima di questa vicenda…
    Perchè non è vero che i tuoi ti hanno insegnato quei principi di combattimento, non è vero che a 4 anni hai cominciato la serie di battaglie, non è vero che ti hanno cancellato un blog o un post che sia…non è vero niente!
    Già perchè se fosse vero non avresti alcuna intenzione di andartene ma saresti più dura quanto più dura si facesse la battaglia; se fosse vero ci inviteresti anche se non attraverso il blog-controllato ma anche attraverso la posta a mandare decine di petizioni alla redazione…se fosse vero andresti avanti a spada tratta spaventandoli e facendo loro passare un brutto quarto d’ora esattamente come, senza alcuno scrupolo, loro hanno fatto con te…se fosse vero.

  6. Figurati se nn capisco quanto fa incazzare quest’ arroganza .. e lasciamelo dire questa cazzo di Dittatura che c’è su questo piattaforma.
    Basta guardare la HP .. e come sempre .. scomparso tutto quello che potrebbe dare fastidio, ora ci sono solo le valette dei miei stivali.
    E poi i metodi sono sempre gli stessi, prima di radiano dalla Hp .. poi ti cancellano i post .. poi saltano i blog.
    Questo non solo e arroganza, ma non è democrazia e liberta di parola.

    Bacio

  7. Eh, Eh, come li capisco sti principi… quello che non tollero è la censura a chi non la pensa allo stesso modo, una volta forse prima del tuo arrivo, pensammo la stessa cosa, un’emigrazione di massa da Virgilio per altri lidi, poi non se ne fece più nulla. All’epeca c’era la sfida dei blog più votati, qualcuno chiese espressamente di essere tolto dalla lista, ci cancellarono non solo dalla lista ma perfino dalla piattaforma, poi d’incanto riapparimmo… ma solo i blog.Alcuni post erano stati cancellati, altri non si potevano modificare…era colpa della codina… però guarda caso al riammodernamento della piattaforma abbiamo dovuto scrivere alla redazione per riavere i nostri blog..il mio era completamente sparito.. e anche quello di qualche altro forse anche a noi avevano messo una coccarda “quella dei fetenti”.Comunque se serve scrivere alla redazione o protestare o farsi chiudere il blog per il principio bhe guarda io non mi tiro indietro.

  8. guarda che io leggo blog da anni e la censura di cui parlate non la vedo. e poi a me questa cleope mi sembra una lamentosa e pure bugiarda…

    inoltre le piattaforme sono gratuite, i termini di servizio chiari – ma cleope li hai letti – quindi non rompiamo troppo i coglioni

  9. Io lo so quello che stai provando, serve a poco dirti che poi passa vero? Che i Mulini a vento ci sarnno sempre e prima o poi ci si rassegna.. Ecco la forza di chi dell’arroganza ne fa uno stile di vita, io ormai, anche se con dispiacere dico mi sono rassegnata a che alcune cose non possono essere cambiate, e preferisco convogliare le mie energie verso altri obiettivi che so possono essere modificati. Virgilio perde molto se anche tu te vai, lo so che vado contro “qualcuno” ma credimi, questa piattoforma è andata progressivamente impoverendosi di blogger “valenti”, ormai ci restano le “case di barbie”, le “riserve di caccia” i ” circoli degli insulti” e i “club privati”.. peccato Cleo

  10. simpatico il giannipianofortista. MAH. cleo, rammentavo poc’anzi che quando fenila ebbe (giorni fa, non in tempi remoti) una discussione con una blogger “moooolto potente e moooolto particolare” scrisse un post in cui diceva “quel che pensava” di lei. beh, al mattino dopo risultavano immotivatamente mancanti alcune parti del suo post. rammentavo anche che quando si è trattato di manifesti di insulti nei confronti di qualcun altro, tutto non è stato minimamente intaccato. che buò fa, misteri della redazione, che a volte acconsente, a volte si intrufola e “cambia le carte in tavola”. ti aspetto su splinder.

  11. DIMENTICAVO : COSA TI APSETTI DA UNA PIATTAFORMA CHE CONSENTE DI MODIFICARE COMMENTI CON I RELATIVI DATI, E DUNQUE NON SOLO LOGIN MA ANCHE IL CONTENUTO ??? la censura dei tuoi post è il minimo per dimostrare che questa piattaforma è fatta su misura per chi agisce secondo certi canoni. e principi.

  12. senz’altro cancellare commenti di critica e’ sbagliato; non rispondere alle mail puo’ essere giustificato se uno ne riceve moltissime e ha tanto lavoro; la mia idea, conoscendo almeno un po’ il mestiere, e’ che per lo staff smantellare la funzionalita’ “coccarda” (come varie altre) solo per alcuni blog sia semplicemente una cosa troppo costosa in termini di tempo, ed e’ normale per chi fa software (come per chi pubblica giornali suppongo) fare analisi costi/benefici: se il 10% dei miei utenti mi chiedono una modifica e questa costa qualche migliaio di euro, non conviene fare la modifica. se a te l’hanno tolta una volta, be’ magari in quel momento c’era il programmatore che era scarico e, non avendo nulla da fare, ti ha accontentata; ma se la volta dopo il programmatore e’ impegnato in qualcos’altro… quello che penso e’ che forse sono stati un po’ ingenui ad illuderti una volta, avrebbero potuto dirti sinceramente: “guarda ci spiace, toglierti la coccarda, che viene assegnata automaticamente, richiede delle modifiche software che giudichiamo troppo costose” 🙂

  13. I termini di servizi anonimo pipilipii che me li giri via mail cosi li leggo? pensa che proprio per essere certa di non sbagliarmi ho appena aperto altri sei blog su virgilio con sei diversi indirizzi di posta e sai che ho scoperto??? non esistono condizioni, contratti per l’apertura del blog. su su fate la prova e ditemi se sbaglio. p.s. se esiste il contratto secondo cui possono agire di censura ogni volta che parli male di loro giratemi il contratto che lo giro a qualche amico, so che sarebbero interessati di buttar giù qualche articolo su come si nega la libertà anche nella rete….aspetto su

  14. cleo se c’è da fare una battaglia di diritto, ci sto. Mi sembra di aver capito che è scomparso un post. Questo non va bene. Poi, come sostiene matu non vorrei che i parametri che hanno inserito per i conteggi fessi in hp abbiamo impostazione rigide (tra parentesi dei quali non mi frega una ceppa come non mi frega della coccarda c’è non c’è, la voglio non la voglio, chissene) insomma mi frega il diritto e il principio di equità, quando viene meno. Mi auguro che tu rimanga qui a infuocare le pagine di alicevattelapesca, altrimenti grandi SEGONI come al solito. Che noia.

  15. Il blog è un gioco Cleopa, un gioco. Non caricarlo di troppi significati. La coccarda è un gioco, prendila per quello che è.Personalmente ho sempre trovato molta collaborazione in alice/virgilio/myblog. E sono ormai 5 anni che sto qui. SI parla e ci si chiarisce. Non è quello che si dice sempre?

  16. Ho fatto invio prima del dovuto… (continua da prima) e fino a quando ci sara’ gente che agisce secondo i suoi canoni, credo che 2 sono le ipotesi: o farglielo capire, o andarsene tutti. Io appena coccardato lo feci. Eppure lo scrissi chiaro e tondo nel mio blog. Le competizioni da asilo infantile che tanto riempiono l’ ego di certi personaggi mi hanno sempre fatto vomitare. E poi correre il rischio di vedermi cancellare post, essere censurato… mi dovevo tenere le minacce di qualcuno e starmene anche zitto… non sono proprio il tipo.

  17. vedo che il post così come il blog è tranquillamente in home page così come pure nella classifica dei post più visti…se tutto questo è servito a togliere polla e robaccia simile dalla home dei blogs direi che è già una battaglia vinta… per il resto Noti da gran saggia donna quale è ha detto una gran cosa…

  18. Ti prego di credere che non voglio assolutamente entrare nel merito dellatua decisione,nè sottovalutare le tue questioni di principio, per piccole o grandi che siano, ma, come ho spiegato a Diamanta,mi sembra che non valga la pena farsi il sangue amaro per piccinerie di persone “virtualissime” che dovrebbero essere al nostro “servizio” (e chiedo scusa, ma il tono non è offensivo). Siamo noi che diamo loro modo di esistere e apparire, non il contrario. Come dici tu, ci sono piattaforme dovunque nel web. Mi secca però che si debba perdere la lettura di blog interessanti come il tuo e mi sembra che anche a te dovrebbe dispiacere non leggere e commentare quelli cui sei affezionata solo perché la cosiddetta redazione fa qualche piccolo sgarbo o meschineria. Noi ricambiamo ignorandola. Dopotutto la “community” siamo noi, non loro. Io me ne andrei solo se mi impedissero di operare nel mio blog ( e speriamo che da stasera non accada…sorrido…)o se non restasse più nessuno di quelli che amo leggere. Per il resto facciano ciò che vogliono, del loro giudizio e delle loro classifiche mi è sempre importato meno di zero. Mi importa invece non poterti più “frequentare” (anche se ciò non accadrà perché io scrivo anche su Splinder). Il problema è che voglio essere io ad usare questo server o un altro, non farmi condizionare da lui. Anche questa è libertà.Ti abbraccio comunque e spero di continuare ad incontrarti.

  19. Che “non sei incazzata” con me, mi fà piacere. Perchè proprio qui dentro ho letto commenti miserevoli, che sembrava che la colpa di questa faccenda fosse mia.Passiamo a noi, meglio 🙂 Capisco la tua amarezza, e non capisco il perchè delle mancate risposte da parte della Redazione. Una mail passi, ma mi dici che ne hai inviate di più. Risponderti era il minimo della cortesia. Sono d’accordo con te, quando mi dici che non hai mai rotto a nessuno, ti sei sempre fatta i cazzi tuoi, l’ho notato, specialmente per quel che mi riguarda, e l’hanno notato anche altri.Da te non si viene mai offesi. Per quel che riguarda invece le altre cose, non credo che ti interessi la mia opinione, preferisco quindi tacere. Non ci perdiamo in ogni caso.

  20. è sempre colpa di paris… povera… cioè di quelli che usano il blog facendo copia/incolla di notizie trovate sulla rete credendo chissà che. Invece no, il blog è un gioco, come la vita, non c’è un senso vero e proprio, meno gliene si dà e meglio si stà… o forse non è così?! bhò… tempi strani davvero! verrò su splinder a trovarti!!!

Lascia un commento